Deleghe INPS Aziende Agricole: la nuova Gestione

Deleghe INPS Aziende AgricoleCon il Messaggio INPS n. 1618 del 13 aprile 2018, l’Istituto rende nota la nuova modalità di gestione delle deleghe INPS Aziende Agricole con dipendenti.

L’INPS ricorda brevemente  che con il messaggio n. 4921 del 7/12/2017 è stato disciplinato il sistema di profilazione dei soggetti abilitati agli adempimenti per le aziende agricole, in previsione del passaggio dal sistema DMAG al sistema Uniemens previsto al 1° gennaio 2018 dalla legge 199/2016 e successivamente prorogato al 1° gennaio 2019 dall’articolo 1, comma 1154, della legge 205/2017 – legge di bilancio 2018 (cfr. il messaggio n. 892/2018).

La nuova disciplina prevede che la profilazione e l’abilitazione ai servizi per l’agricoltura avvengano con la procedura di “Gestione deleghe”, che sostituirà le vigenti modalità e procedure abilitative nell’ambito della gestione in argomento. Si è reso, quindi, necessario provvedere alla implementazione del sistema di “Gestione deleghe” con la piena integrazione dei soggetti abilitati ai servizi del settore agricolo in “Anagrafica unica” dei soggetti contribuenti e in “Gestione deleghe.”

Per la integrale operatività del nuovo sistema delle abilitazioni e dei servizi, portata a compimento la suddetta implementazione, è necessario per ciascuna tipologia di delega (delega diretta, delega indiretta e deleghe ad associazioni di categoria) compiere gli adempimenti descritti nel messaggio n. 4921/2017 sopra richiamato.

Pertanto, a partire dal 20 aprile e fino al 20 maggio 2018 i professionisti titolari delle deleghe indirette e le associazioni di categoria dovranno provvedere alla validazione ed attivazione delle stesse.

Per effettuare tale operazione gli utenti dovranno accedere all’applicazione “Gestione deleghe” nel portale INPS e selezionare la sezione “Dettagli Delega/Subdelega”. In tale sezione sarà possibile visualizzare l’elenco delle deleghe migrate che risulteranno, in una prima fase, tutte da attivare. Entrando nel dettaglio di ogni delega e dopo la verifica della correttezza delle informazioni inserite, sarà possibile validare e attivare la delega. Questa risulterà attiva dalla mezzanotte del giorno successivo.
Le deleghe dirette dei titolari delle aziende e dei loro rappresentanti sono validate direttamente dal sistema centrale se viene rilevata la corrispondenza tra il codice fiscale del soggetto (titolare/rappresentate legale) ed il codice fiscale aziendale; in caso di mancata corrispondenza la delega corrente non sarà più valida ed il soggetto dovrà richiedere alla Struttura territoriale competente la corretta registrazione del legame con il codice fiscale del soggetto contribuente presente negli archivi della gestione agricola.

Nel caso in cui, a seguito delle operazioni di verifica, non scaturiscano incongruenze i soggetti riferiti alla tipologia “Titolare azienda” e “Legale rappresentante azienda” saranno autorizzati a rilasciare sub-deleghe. I soggetti identificati dalla fattispecie “Delegato dal titolare Azienda” non saranno automaticamente censiti come sub-delegati, ma sarà il titolare/legale rappresentante dell’azienda che, tramite la procedura “Gestione Deleghe”, provvederà a creare una delega per il proprio dipendente.

Al termine della validazione le deleghe saranno pienamente operative.

In particolare, dal 31 maggio 2018 l’accesso ai servizi del Cassetto previdenziale Aziende Agricole e alla procedura di iscrizione delle aziende agricole sarà consentito esclusivamente agli utenti abilitati in “Gestione deleghe”.

Inoltre, dal 1° luglio 2018, per l’acquisizione delle denunce di manodopera di competenza del secondo trimestre saranno abilitate alla procedura DMAG esclusivamente le deleghe presenti in Gestione Deleghe Uniemens.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d'impresa. Dal 2015 è abilitato all'esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova. Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l'Università Ca' Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche. Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.   Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia una commento

avatar
  Subscribe  
Notificami