Lavoro domestico: la retribuzione minima da Gennaio 2017

lavoro domesticoIn riferimento al , come ogni anno si è riunita presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali la Commissione Nazionale, composta dalle sigle FIDALDO, DOMINA, FEDERCOLF e la FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL, UILTuCS, al fine di stabilire i nuovi minimi retributivi, con decorrenza dall’01/01/2017.

Anche i contributi INPS, con ogni probabilità, subiranno una lieve modifica; si attende, però, la consueta INPS, che è prevista per il mese di Febbraio 2017.

Di seguito la tabella riportante i minimi retributivi in vigore dal 01/01/2017 per il lavoro domestico:

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d'impresa. Dal 2015 è abilitato all'esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova. Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l'Università Ca' Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche. Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.   Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia una commento

avatar
  Subscribe  
Notificami