Cassetto Previdenziale per il Lavoro Domestico: abilitati anche gli Intermediari

Cassetto previdenziale per il Lavoro Domestico

Con il Messaggio n. 2749 del 6 luglio 2018, l’INPS comunica che il Cassetto previdenziale per il è ora disponibile, oltre che ai datori di lavoro, anche agli intermediari abilitati.

Infatti, con il messaggio n. 5182 del 28/12/2017 era stato reso disponibile per il datore di lavoro il Cassetto previdenziale per il lavoro domestico.

Con il messaggio in commento, l’INPS comunica ora che il Cassetto previdenziale per il lavoro domestico è ora disponibile anche per gli intermediari abilitati ai sensi della n. 49 del 2011.

Al Cassetto previdenziale per il lavoro domestico si accede dal sito Istituzionale www.inps.it attraverso il seguente percorso: “Aziende, enti e datori di lavoro” > “Datori di lavoro domestico” >  “Prestazioni e Servizi”.

Rilasciata anche la funzionalità per la bidirezionale, che offre la possibilità di dialogare in modo diretto con le Strutture dell’INPS attraverso la nuova sezione “Comunicazioni”. Tale sezione si aggiunge alle sezioni preesistenti “Anagrafica e Rapporti di Lavoro”, “Stato Pagamenti”, “Informazioni Utili” e “Servizi per il lavoro domestico”. Tutte le comunicazioni inviate attraverso questo servizio vengono protocollate e sono sempre consultabili sul Cassetto previdenziale.

Dalla sezione “Comunicazioni” è possibile, nello specifico, svolgere le seguenti attività:

  • inviare un quesito in relazione a uno specifico rapporto di lavoro. I quesiti devono fare riferimento a una delle seguenti categorie:

–        MAV: non pervenuti-Inesattezze riscontrate-Impossibilità di stampa dal Portale;

–        Anagrafiche: mancato aggiornamento-variazioni;

–        Contributi: versati e non risultanti nell’estratto del lavoratore;

–        Rapporti di lavoro: sospesi in attesa di definizione;

–        Avviso Bonario/Accertamento: informazioni o modifiche;

  • allegare documenti a un quesito. E’ possibile allegare non più di tre file in formato PDF, JPEG, PNG o TIFF, per una dimensione totale massima di 3 MB;
  • visualizzare tutti i quesiti inviati attraverso il Cassetto previdenziale dal datore di lavoro o da un suo delegato e le relative risposte.

L’applicazione è fruibile sia da PC (piattaforma desktop) sia da cellulare e/o tablet (piattaforma mobile).

Gli operatori delle Strutture territoriali potranno accedere alle comunicazioni pervenute attraverso il nuovo “Fascicolo Elettronico del Contribuente”, che prevede una sezione dedicata al lavoro domestico.

I manuali, personalizzati per profilo utente, sono scaricabili direttamente dall’applicazione nella sezione “Informazioni Utili”.

 
 
 

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d'impresa. Dal 2015 è abilitato all'esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova. Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l'Università Ca' Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche. Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.   Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia una commento

avatar
  Subscribe  
Notificami