Reddito di Inclusione: disponibile nuovo modulo di domanda

A seguito dell’abrogazione dei requisiti familiari previsti per l’accesso al Reddito di Inclusione (REI), il messaggio 11 maggio 2018, n. 1972 ha precisato che tale abrogazione opererà a partire dalle domande presentate dal 1° giugno 2018 e che queste verranno conseguentemente istruite senza attuare la verifica dei requisiti.

L’INPS, attraverso il messaggio 24 maggio 2018, n. 2120, ha reso disponibile il nuovo modulo cartaceo di domanda di accesso alla misura in parola.

Con la n. 57 del 28 marzo 2018 sono state illustrate le modifiche apportate dalla legge di bilancio 2018 alla disciplina del Reddito di Inclusione (ReI), di cui al decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147.

IL 2120 DEL 24/05/2018

In particolare, a seguito dei chiarimenti forniti dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, con il messaggio n. 1972 dell’11 maggio 2018 è stato precisato che, a modifica di quanto indicato al paragrafo 2.2 della citata circolare n. 57/2018, l’abrogazione di tutti i requisiti familiari di cui all’articolo 3, comma 2, del D.lgs n. 147/2017 opererà a partire dalle domande di ReI presentate dal 1° giugno 2018.

Le domande con data di presentazione pari o successiva al 1° giugno 2018 verranno conseguentemente istruite senza la verifica dei requisiti familiari.

A tal fine, al presente messaggio si allega il nuovo modello cartaceo di domanda di accesso alla misura in parola.

Sono state coerentemente apportate le necessarie modifiche ai diversi canali di trasmissione delle istanze all’Istituto.

L’Istituto, tuttavia, continuerà a rendere disponibili ai punti di accesso le interfacce attualmente in uso per la trasmissione delle domande presentate anteriormente al 1° giugno 2018, che verranno gestite con la verifica dei requisiti familiari.   

 

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d'impresa. Dal 2015 è abilitato all'esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova. Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l'Università Ca' Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche. Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.   Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia una commento

avatar
  Subscribe  
Notificami