Premi di Risultato 2018: firmato accordo per CCNL Aninsei, Agidae e Fism

premi di risultatoPremi di Risultato: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del provvedimento si riconferma in modo strutturale la  premi di produttività, quale misura introdotta dalla precedente Legge di Stabilità e parzialmente modificata dalla Legge di Bilancio 2017.

Nello specifico è il provvedimento che disciplina le regole per la corresponsione ed il trattamento fiscale dei premi di risultato e delle somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili dell’impresa a partire dal 1° gennaio 2017 in poi. 

Le nuove regole prevedono che i premi di produzione possano godere di una tassazione agevolata con aliquota al 10%, per le somme fino a 3 mila euro lordi all’anno, somma che però può aumentare a 4.000 euro in caso di aziende che nell’organizzazione del lavoro coinvolgono i propri lavoratori. Il premio, inoltre, può essere riconosciuto solo se esiste quindi un accordo tra azienda e sindacati che preveda l’erogazione in denaro di un compenso aggiuntivo al dipendente qualora vi sia il raggiungimento di determinati obiettivi misurabili e verificabili attraverso incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione che dovranno poter essere dimostrati sulla base di miglioramento delle prestazioni, prodotti e riorganizzazione dell’ non straordinario. 

Le OO.SS. e le rappresentanze di ANINSEI, AGIDAE e FISM firmatarie dei rispettivi CCNL vigenti, hanno convenuto di sottoscrivere un Accordo relativo all’imposta sostitutiva sui premi di risultato per il 2018. Nei documenti è disponibile una bozza di accordo tipo territoriale/aziendale che può essere usato come traccia per la contrattazione in sede aziendale dalle RSA/RSU e/o territoriale.

ACCORDO ANINSEI

ACCORDO AGIDAE

ACCORDO FISM

 
 
 

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d'impresa. Dal 2015 è abilitato all'esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova. Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l'Università Ca' Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche. Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.   Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia una commento

avatar
  Subscribe  
Notificami