Voucher Maternità: il Decreto arriva in Gazzetta Ufficiale.

In con LaborTre, pubblichiamo una news relativa al c.d. “ Maternità”:

Come già anticipato sulle pagine di questo sito il giorno 20 dicembre scorso, il Decreto Minsiteriale per la disciplina al sostegno della genitorialità del 22 gennaio 2012, così come previsto dalle nuove disposizioni introdotte dalla L. 92/2012 approda finalmente in Gazzetta Ufficiale.

Con il Decreto si viene così a comporre un ulteriore tassello della Riforma del Lavoro varata a Giugno di quest’anno, permettendo, nella fattispecie alle lavoratrici madri , la possibilità di richiedere dei voucher “spendibili” per i servizi di baby-sitting e per far fronte agli oneri dei servizi pubblici all’infanzia in sostituzione dei periodi congedo parentale (ex astensione per maternità facoltativa) a seguito di eventuale ripresa lavorativa.

La richiesta può essere presentata anche dalla lavoratrice che abbia già usufruito in parte del congedo parentale. Il di 300 euro mensili potrà essere erogato per massimo sei mesi.

Il contributo per il servizio di baby-sitting verrà erogato attraverso il sistema dei buoni lavoro, mentre nel caso di fruizione della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi  privati accreditati, il beneficio consisterà in un pagamento diretto  alla struttura prescelta.

Arriva poi anche il congedo obbligatorio per i papà dipendenti che, entro il quinto mese di vita del figlio, potranno restare a casa un giorno senza perdere la retribuzione. Gli stessi papà, inoltre, potranno godere di due giorni di congedo facoltativo, sempre pagati al 100%, a condizione che la mamma rinunci a due giorni del proprio congedo.

Ai fini di tale congedo, il padre dovrà comunicare per iscritto, al datore di lavoro, i giorni in cui intende fruirne, con un anticipo non minore di quindici  giorni.

L’Inps ora dovrà fornire le necessarie operative per completare l’iter del provvedimento e permettere così ai neo-genitori di poter usufruire di questa opportunità.

Decreto Interministeriale del 22 dicembre 2012

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *