Voucher: come cambia la comunicazione preventiva obbligatoria

comunicazione preventiva obbligatoriaCome cambia la preventiva obbligatoria dei : in data 7 ottobre 2016 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo n. 185/2016, con il quale sono state apportate alcune modifiche ai decreti attuativi del c.d. Jobs Act, con decorrenza da sabato 8 ottobre.

In particolare, in materia di lavoro accessorio (cc.dd. Voucher) viene introdotta una nuova ed aggiuntiva comunicazione preventiva obbligatoria a carico di imprese e professionisti, da effettuarsi almeno 60 minuti prima dell’inizio di ciascuna prestazione.

Tale comunicazione, che si aggiunge alla comunicazione di attivazione dei Voucher, vede come destinatario l’Ispettorato Nazionale del Lavoro e dovrà essere inviata a mezzo SMS o posta elettronica.

In attesa che il Ministero del Lavoro fornisca le specifiche operative, si ritiene opportuno rifarsi a quanto dettato già in materia di lavoro intermittente, ovvero il contratto a chiamata; pertanto la comunicazione dovrà essere inviata a mezzo SMS al numero 3399942256 oppure tramite mail all’indirizzo @pec.lavoro.gov.it

I dati da indicare nella comunicazione sono: dati anagrafici o codice fiscale del lavoratore, il luogo, il giorno e l’ora di inizio e di fine della prestazione.

Nel caso di violazione della comunicazione preventiva, sarà applicata la sanzione amministrativa da € 400 ad € 2.400 per ciascun lavoratore.

Vengono esclusi da questa nuova comunicazione solamente gli Enti Pubblici, le attività non commerciali, le famiglie ed il lavoro domestico, mentre alcune peculiarità riguardano il settore agricolo.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *