Unità Produttiva INPS: i chiarimenti della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro

unità produttiva inpsIn data 3 Aprile 2017, la Fondazione Studi dei ha pubblicato, sul proprio sito, un interessante approfondimento circa il concetto di “Unità Produttiva” INPS e sulle modalità operative di gestione degli Ammortizzatori Sociali ricollegati a tale concetto.

Le FAQ della Fondazione Studi sull’Unità Operativa ai fini INPS:

  • Cosa si intende per unità operativa?

Si intende il luogo ove viene svolta in maniera stabile l’attività lavorativa con uno o più dipendenti.

Nel flusso UniEmens è il progressivo numerico identificativo rilasciato dall’INPS a seguito di di nuova unità operativa (Inps circ. 172/2010).

  • Cosa si intende per unità produttiva ai fini della gestione degli ammortizzatori sociali?

Nel concetto di Unità produttiva rientra ogni articolazione autonoma dell’azienda avente, sotto il profilo funzionale e finalistico, idoneità ad esplicare, in tutto o in parte, l’attività dell’impresa medesima, anche se composta da stabilimenti o uffici dislocati in zone diverse anche dello stesso Comune e vi sia impiegato, stabilmente, personale subordinato. Detto elemento, nel flusso UniEmens, va valorizzato anche laddove, non sussistendo unità produttiva diversa da quella in cui l’azienda ha la propria sede legale, la prestazione lavorativa dei dipendenti si svolga integralmente presso la sede legale del datore di lavoro.

  • Unità operativa e unità operativa sono due concetti perfettamente sovrapponibili ?

No, l’unità operativa, pur non avendo le caratteristiche dell’autonoma fisionomia come l’unità produttiva, deve essere sempre censita ai fini della gestione degli obblighi contributivi anche qualora non venga assegnata una nuova posizione contributiva.

Al contrario l’unità produttiva andrà censita e valorizzata nel flusso UniEmens solo qualora l’articolazione aziendale presenti autonoma fisionomia. Potrà quindi accadere che la particella aziendale, diversa dalla sede principale, sia, contemporaneamente, unità operativa e unità produttiva o sia unità operativa ma non unità produttiva.

  • Quali sono le caratteristiche essenziali dell’Unità produttiva?

Unità produttiva è un plesso organizzativo aziendale nell’ambito del quale si svolge, in tutto o in parte, la produzione di beni o servizi e che presenta una propria distinta fisionomia con le seguenti caratteristiche presenti anche alternativamente:

  1. autonomia finanziaria e impiego in via continuativa di maestranze;
  2. autonomia tecnico-funzionale e impiego in via continuativa di maestranze
  • Una cooperativa che svolge attività di pulizia settimanale in un condominio in virtù di un contratto di appalto annuale, sarà tenuta a censire quel cantiere come unità produttiva vista la durata superiore al mese?

Non si ritiene che quella articolazione sia dotata della richiesta autonomia, pertanto l’attività sarà inclusa nell’unita produttiva censita nella sede principale. Si specifica inoltre che non possono rientrare nella nozione di Unità produttiva quelle articolazioni aziendali con elementi organizzativi aventi scopi meramente strumentali, ausiliari o temporanei.

  • Se la sede legale dell’impresa è presso un professionista e la sede principale, dove viene svolta attività con dipendenti, è presso altra sede come dovranno essere censite Unità operativa e Unità produttiva?

Attraverso la procedura di censimento presente nella sezione “Comunicazione unità produttiva/Accentramento contributivo” si procederà in questo modo: Sede legale non è né Unità Operativa né Unità Produttiva perché non viene svolta, in quel luogo alcuna attività. Lo stabilimento viene qualificato come sede principale pertanto la valorizzazione nel flusso UniEmens sarà: <Unità operativa> = 0 <Unità produttiva> = 0

  • Nel flusso UniEmens dove si evidenzia l’Unità Produttiva?

L’elemento denominato <UnitaProduttiva> viene introdotto nell’elemento <DenunciaIndividuale> nell’ambito della <PosContributiva>.

  • Il concetto di Unità produttiva introdotto dalle circolari Inps n. 9 e 56 del 2017 si applica solo per la cassa integrazione ordinaria o straordinaria?

Il concetto di Unità produttiva deve essere applicato in tutti i casi previsti dal D. Lgs. n. 148/2015 e quindi sia per la gestione della cassa integrazione guadagni ordinaria o straordinaria ed anche per i fondi di solidarietà.

  • Un ufficio distaccato dell’azienda dove si svolgono alcune residuali attività amministrative accessorie o un magazzino con presenza in via continuativa di maestranze può essere considerato come unità produttiva?

No, ma deve essere censito come unità operativa.

  • Sede principale di lavoro coincidente con sede legale e 2 negozi distinti in cui sono impegnati, in modo continuativo, lavoratori subordinati come devono essere censiti e quindi valorizzati nel flusso UniEmens?

La valorizzazione sarà la seguente:

sede principale: <Unità operativa> = 0 <Unità produttiva> = 0 negozio “1”: <Unità operativa> = 1 <Unità produttiva> = 1 negozio “2”: <Unità operativa> = 2 <Unità produttiva> = 2

  • Sede principale di lavoro coincidente con sede legale e magazzino con un dipendente ma privo di autonomia tecnico-funzionale o finanziaria come devono essere censiti e quindi valorizzati nel flusso UniEmens?

La valorizzazione sarà la seguente:

sede principale: <Unità operativa> = 0 <Unità produttiva> = 0 magazzino: <Unità operativa> = 1 <Unità produttiva> = 0

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *