Superamento del periodo di comporto e richiesta di ferie: licenziamento illegittimo

Con Sentenza n. 7433 del 14/04/2016, la Corte di Cassazione interviene nuovamente in materia di licenziamento intimato per il superamento del periodo di comporto, ovvero il periodo durante il quale il lavoratore ha diritto alla conservazione del posto di lavoro nel caso di eventi di malattia. Il lavoratore, all’avvicinarsi del termine del suddetto periodo di […]

cassazione

La spallata al collega non legittima il licenziamento

Una spallata data ad un collega in ambiente di lavoro, che non ha avuto alcun seguito né ulteriore strascico, non può giustificare il licenziamento per giusta causa, né integra il concetto di rissa. La particolare circostanza è stata oggetto di una delle ultime pronunce della Corte di Cassazione (sent. 12 febbraio 2016 nr. 2830) e […]

Illegittimo il licenziamento se non previsto dal CCNL

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 25047 pubblicata l’11 dicembre 2015, ha condannato un’azienda alla reintegra del lavoratore, nonché al pagamento delle retribuzioni arretrate, perché l’addebito contestato a fondamento del licenziamento per giusta causa non rientrava e non era riconducibile alle condotte passibili di tale sanzione previste dal CCNL. L’azienda sosteneva comunque la […]

Licenziamento illegittimo per inidoneità fisica a mansioni diverse da quelle assegnate

E’ illegittimo il licenziamento per sopravvenuta inidoneità fisica all’impiego se riferita ad una mansione diversa da quella propriamente assegnata al lavoratore. Così si è espressa la Corte di cassazione con la recente sentenza nr. 24377/2015. La Corte d’appello, in riforma della decisione emessa dal Tribunale, dichiarava l’illegittimità del licenziamento intimato ad un lavoratore con condanna […]

Dipendente si allontana dalla propria abitazione durante l’Infortunio: licenziamento illegittimo

Il lavoratore assente per infortunio che si dovesse allontanare dall’abitazione per svolgere attività private e personali non può essere licenziato dal datore di lavoro, a meno che tali attività non pregiudichino o ritardino la guarigione e pertanto il rientro al lavoro dello stesso. Con la Sentenza n. 22726 pubblicata il 9 novembre 2015, la Corte […]

Niente licenziamento per il dipendente che utilizza il PC aziendale per fini personali

Con Sentenza n. 22353 pubblicata il 2 novembre 2015, la Corte di Cassazione ha affermato l’illegittimità del licenziamento operato da un’azienda nei confronti di un proprio dipendente che aveva utilizzato il pc aziendale per fini personali, scaricando la posta elettronica e navigando in internet. Nonostante le comunicazioni fatte dall’azienda ai lavoratori, circa un uso più […]

Vietato spiare le conversazioni Skype dei dipendenti da parte del datore

Il Garante per la protezione dei dati personali ha pubblicato, su proprio sito internet, la Newsletter n. 406 del 28 settembre 2015, con la quale, tra le altre cose, tratta della materia delle conversazioni telefoniche in azienda. Il datore di lavoro non può  spiare le conversazioni Skype dei dipendenti. Il contenuto di comunicazioni di tipo elettronico […]

Patto di prova nullo in caso di successione di appalti

Nel lavoro subordinato il patto di prova tutela entrambe le parti del rapporto, che hanno interesse a verificare la convenienza del rapporto stesso, dovendo ritenersi l’invalidità del patto ove la verifica sia già avvenuta con esito positivo per le mansioni svolte dal lavoratore. Il principio è stato ribadito da ultimo con sentenza della Corte di […]

L’inabilità certificata dalla Commissione Medica Ospedaliera non sempre giustifica il licenziamento

La sopravvenuta totale inabilità al lavoro accertata dalla Commissione medica Ospedaliera, non è motivo sufficiente per licenziare la dipendente. Così si è espressa la Corte di Cassazione con la recente sentenza 12489/2015. La Corte d’appello rigettava il gravame interposto da una Casa di cura contro la pronuncia con cui il Tribunale – dichiarata l’illegittimità del […]

Licenziato per soppressione del posto, successivamente assegnato al socio: illegittimo il licenziamento

In materia di licenziamento, la Corte di Cassazione ha chiarito che deve considerarsi illegittimo il provvedimento espulsivo comminato al lavoratore per giustificato motivo oggettivo legato alla necessità di effettuare un riassetto organizzativo, se a fronte di questo la posizione prima occupata dal dipendente viene successivamente svolta dal socio. Nello specifico la Suprema Corte, con la […]

newsletter-flat

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER:

Iscriviti gratuitamente alla Newsletter di Paghe Facili: non perderai mai una notizia sul Diritto del Lavoro ed il mondo delle Risorse Umane!
Ogni martedì riceverai, direttamente nella tua mail, il riepilogo di tutte le notizie che vengono pubblicate sul sito!

Iscriviti alla Newsletter

Informativa sulla Privacy