Sconto Edili 2017: confermato all’11,50%

sconto edili 2017Sconto Edili 2017: la riduzione della contribuzione Previdenziale e Assistenziale a favore dei datori di lavoro nel settore edile (c.d. Sconto Edili) è stata confermata nella misura dell’11,50% per l’anno 2017, come stabilito negli anni passati.

In data 3 agosto 2017, infatti, la Corte dei Conti ha registrato il Decreto direttoriale 5 luglio 2017 del Direttore Generale per le politiche previdenziali e assicurative, emanato di concerto con il Ragioniere Generale dello Stato del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

 

La riduzione ha effetto sull’ammontare delle contribuzioni dovute all’INPS e all’INAIL diverse da quelle di pertinenza del Fondo lavoratori dipendenti.
Ricordiamo inoltre che la riduzione ha ad oggetto i contributi dovuti all’INPS, applicabile dalle imprese edili solo agli operai occupati per 40 ore a settimana.

CHI NE HA DIRITTO?

Ne hanno diritto i datori di lavori classificati nel settore industria con i codici statistici contributivi da 11301 a 11305 e quelli del settore artigianato con i codici statistici contributivi da 41301 a 41305.

 

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *