In pensione Entratel: dal 1 dicembre obbligatorio il Desktop Telematico

desktop telematicoL’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un comunicato con il quale informa che dal 1° dicembre 2016 l’applicativo Entratel non sarà più aggiornato e, al suo posto, sarà necessario installare il nuovo Desktop Telematico quale interfaccia di tra professionisti abilitati e imprese e l’Agenzia delle Entrate.

Per scaricare l’applicazione Desktop Telematico bisognerà accedere, con le proprie credenziali, al sito dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Nella sezione Software bisognerà cliccare Desktop telematico sulla voce di menù, scaricare e salvare il file l’eseguibile dell’applicazione.

Che cos’è il Desktop Telematico?

Il “Desktop telematico” è un’applicazione che consente, all’interno di un unico contenitore, la gestione e l’utilizzo delle varie applicazioni, distribuite gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate, ed installate dall’utente sulla propria postazione di lavoro.

Il Desktop Telematico, in un’ottica di semplificazione delle attività, può essere paragonato ad una sorta di “cruscotto dell’utente

Il “Desktop telematico” contiene al suo interno alcune funzioni di configurazione dell’area di lavoro dell’utenza e di guida all’utilizzo delle applicazioni. Tali funzioni sono raggruppate nei seguenti menù:

  • menù “File” per la gestione delle funzionalità di configurazione;
  • menù “Applicazioni” per la selezione delle varie applicazioni installate al suo interno;
  • menù “Help” per la gestione delle funzionalità di guida.

Tutte le funzionalità presenti all’interno del “Desktop telematico” sono integrate anche nelle singole applicazioni che vengono installate successivamente dall’utente. Pertanto all’interno di ogni singola applicazione installata saranno presenti gli stessi menù “File”, “Applicazioni” ed “Help” con le relative funzioni. Ciascuna applicazione, invece, potrà aggiungere nuove funzionalità specifiche all’interno dei suddetti menù o delle relative voci di menù.

Il “Desktop telematico”, inoltre, consente di effettuare la gestione della “Multiutenza”. In questo modo, per ogni utente verrà creata un’area di lavoro distinta in modo che ciascuna applicazione installata nel Desktop potrà usufruire di tale opzione.

Infine l’applicazione, ogni qual volta viene attivata, provvede a verificare la presenza di eventuali aggiornamenti e, in caso di presenza, ne effettua il «download», li installa all’interno dell’applicazione ed, infine, richiede il riavvio dell’applicazione stessa.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *