News Lavoro del 21 Dicembre 2012

Opzione per la cedolare secca “fuori termine” e remissione in bonis – :
Con Circolare 20 dicembre 2012, n. 47, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile applicare la cedolare secca qualora non sia stato presentato entro i termini previsti il Mod. 69, ricorrendo all’istituto della remissione in bonis (ex art. 2,. D.L. n. 16/2012), qualora il contribuente:
– sia in possesso dei requisiti sostanziali prescritti dalla norma;
– a patto che tale condotta derivi da una pura dimenticanza e non si configuri come un ripensamento del contribuente;
Nel caso, invece, di registrazione tempestiva con versamento dell’imposta di registro, l’opzione tardiva per il regime della cedolare secca sarà applicata solo per le annualità successive, senza diritto alla restituzione dell’imposta già versata.
L’avvenuto versamento dell’imposta, infatti, concretizza l’assenza di volontà e di coerenza che invece sono richieste per la remissione in bonis.

Unico Persone Fisiche 2013 – pubblicate le bozze:
In data 20 dicembre 2012, l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul proprio sito la bozza del Mod. Unico Persone Fisiche 2013 e le relative .
Di seguito si riportano alcune delle principali novità del Modello:
– per dichiarare “la differenza tra il valore di mercato e il corrispettivo annuo per la concessione in godimento di beni dell’impresa a soci o familiari dell’imprenditore” (art. 67, comma 1, lettera h-ter, TUIR) si dovrà utilizzare il rigo 10 del quadro RL;
– introduzione di una nuova sezione nel quadro RT, destinata ad accogliere le plusvalenze e gli altri redditi diversi di natura finanziaria, che scontano l’imposta sostitutiva del 20%;
– al rigo 21 quadro RP è stata inserita una nuova colonna dove dovranno essere riportati i contributi sanitari per l’assistenza del Ssn, deducibili dal reddito solo per la parte che eccede i 40 euro;
– sostituzione dell’Irpef (e delle relative addizionali) per i terreni non affittati a seguito dell’entrata in vigore dell’ e introduzione della colonna 9 “esenzione ” nel quadro RA per i terreni esenti individuati dall’art. 15, Legge 984/1977;
– eliminazione dell’Irpef (e delle relative addizionali) per i fabbricati non locati a seguito dell’entrata in vigore dell’IMU e introduzione della colonna 12 nel quadro RB per i fabbricati esenti IMU;
– modificazione e introduzione di codici di utilizzo dei fabbricati (quadro RB);
– inserimento, al posto del quadro CM, del nuovo quadro LM; riservato ai soggetti che hanno adottato il regime di cui all’art. 27, D.L. n. 98/2011;
– nel quadro RM è prevista una divisione in due della sezione relativa alle Ivie e Ivafe;
Si ricorda infine che il modello accoglie anche la nuova deduzione dedicata alle spese per personale dipendente e assimilato e le novità in materia di ristrutturazione edilizia.

Qualificazione dei terreni ai fini fiscali – Studio del notariato:
Con Studio 20 dicembre 2012, n. 24-2012/T la Commissione studi tributari del Consiglio nazionale del notariato ha fornito il proprio parere in tema di qualificazione dei terreni ai fini fiscali. Il documento ha per oggetto i terreni edificabili, i terreni non suscettibili di utilizzazione edificatoria (ad es. centri sportivi e impianti di carburante) e le plusvalenze da cessione di beni .
Si segnala inoltre che, contrariamente a quanto affermato dall’Agenzia delle Entrate con Risoluzione n. 395/2008 e Circolare n. 28/2011, lo studio del notariato ritiene che la cessione di un suolo su cui insiste un fabbricato da demolire non può realizzare contemporaneamente una cessione di fabbricato soggetta ad IVA ed una cessione di terreno rilevante ai fini delle imposte dirette.

Lavoratori extraue – ingressi per lavoro non stagionale:
L’INPS, nel Messaggio n. 20896 del 19 dicembre 2012, ricorda che è stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 273 del 22 novembre 2012, il DPCM 16 ottobre 2012, concernente la programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro non stagionale nel territorio dello Stato per l’anno 2012.
Tale decreto autorizza una quota massima di ingressi pari a 13.850 cittadini stranieri non comunitari residenti all’estero.
L’Istituto previdenziale ricorda che le domande possono essere presentate, esclusivamente per via telematica https://nullaostalavoro.interno.it) dalle ore 9.00 del 7 dicembre 2012 fino alle ore 24.00 del 30 giugno 2013.

Rilevazione delle retribuzioni contrattuali del settore agricolo:
L’INPS, con la Circolare n. 143 del 19 dicembre 2012, ricorda che, come ogni anno, le Sedi devono procedere alla rilevazione delle retribuzioni medie provinciali per gli operai a e a tempo indeterminato, occupati nei vari settori in cui si articola l’attività del comparto agricolo.
Al fine di favorire le operazioni di calcolo delle Sedi INPS, sono disponibili all’indirizzo ftp://ftp.inps/applicazioni%20inps/Operai_Agricoli/ nella Directory Operai Agricoli i file rinominati SM RM1 Provincia.xls ; SM RM2 Provincia.xls.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia una commento

Lasciaci il tuo parere!

Rispondi

wpDiscuz