News Lavoro del 13 Dicembre 2012

Addizionale comunale all’IRPEF su attività sportive dilettantistiche:
Con Risoluzione 11 dicembre 2012, n.106, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta in merito all’applicabilità delle ritenute relative all’addizionale Comunale all’IRPEF sui compensi, e/o rimborsi forfetari di spesa erogati, nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche. In modo non chiaro l’Amministrazione finanziaria sostiene che su dette tipologie di compensi per la parte che eccede ? 7.500,00 e fino a 28.158,28 (a titolo di tassazione definitiva) e oltre 28.152,28 (a titolo d’acconto) il sostituto debba trattenere oltre alle ritenute IRPEF e addizionale regionale all’IRPEF anche la quota relativa all’addizionale Comunale all’IRPEF. Tale posizione appare in contrasto con quanto era fino ad ora la prassi di tassazione di tali compensi assoggettati solo ad IRPEF e addizionale regionale all’IRPEF ed anche con quanto previsto nei modelli dichiarativi (UNICO PF, 730 e 770 semplificato) che non hanno mai contemplato un apposito campo per l’indicazione delle ritenute dell’addizionale comunale all’IRPEF.

Intesa tra Fisco e agricoltori per incentivare i servizi telematici:
Con Comunicato Stampa 10 dicembre 2012, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto il protocollo d’intesa siglato tra Agenzia delle Entrate e CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), Coldiretti e Confagricoltura per l’utilizzo diffuso dei servizi telematici, avente come obiettivi principali la semplificazione degli adempimenti, la riduzione dell’afflusso presso gli uffici e la razionalizzazione dei tempi e dei costi degli adempimenti fiscali.

Invio non tempestivo del modello Eas e rimessione in bonis – Risoluzione:
Con Risoluzione 12 dicembre 2012, n. 110, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità dell’istituto della remissione in bonis in caso di invio non tempestivo del modello Eas. In particolare, il documento di prassi ha precisato che gli enti non commerciali appartenenti all’area del Terzo settore che: – non hanno inviato il modello Eas possono comunque adempiere alla trasmissione della entro il 31 dicembre 2012, versando contestualmente la sanzione di euro 258,00; – hanno inviato il modello Eas oltre i termini previsti possono regolarizzare la propria posizione fruendo della remissione in bonis, che consente loro di non ripresentare la , a condizione che i dati precedentemente inviati non siano stati modificati e provvedendo al pagamento della sanzione pari ad euro 258,00.

Lavoro a turni di domenica, la maggiorazione aggiuntiva spetta solo se nella giornata cade il riposo settimanale:
La Corte di , nella Sentenza n. 22799 del 12 dicembre 2012, chiamata a giudicare il ricorso di un agente di polizia municipale che lamentava la mancata maggiorazione aggiuntiva per il turno di lavoro prestato di domenica, ha precisato che non può cumularsi la normale maggiorazione del lavoro a turni con quella prevista per il lavoro domenicale, qualora la domenica non sia il giorno di riposo settimanale. La Suprema Corte, infatti, ha disposto che la maggiorazione prevista per lavoro a turni dal CCNL applicato è omnicomprensiva e vale a compensazione del disagio prodotto dal regime orario adottato, indipendentemente dal fatto che la prestazione avvenga in una giornata festiva. La “doppia maggiorazione” spetta, invece, nel caso in cui il lavoratore sia chiamato a prestare servizio anche nel giorno previsto per il riposo settimanale.

Sisma Emilia, confermato al 20 dicembre il termine per il versamento dei contributi sospesi:
Con il Messaggio n. 20489 del 12 dicembre 2012, l’INPS conferma al 20 dicembre 2012, il termine per il versamento – dei contributi previdenziali e assistenziali, – sospesi a seguito degli eventi sismici del 20 e 29 maggio scorso, – senza sanzioni e interessi, – in unica soluzione. Il suddetto termine, originariamente fissato al 16 dicembre, è stato individuato in sede di conversione in legge del Decreto Legge n. 174/2012.

Funzionario bancario licenziato per violazione dell’obbligo di informazione nei confronti dei clienti: In tema di licenziamento, la Corte di Cassazione ha statuito la legittimità del recesso del datore di lavoro nei confronti di un funzionario bancario che, di propria iniziativa, ha fatto sottoscrivere ai clienti obbligazioni a condizioni diverse da quelle ordinarie, predisponendo una clausola modificativa contraria alle disposizioni in materia, senza informare gli stessi clienti sulle regole dell’operazione finanziaria posta in essere. Nello specifico la Suprema Corte, con la Sentenza n. 22798 del 12 dicembre 2012, ha precisato che la condotta del dipendente ha esposto la banca a seri rischi nei confronti dei clienti, nonché rispetto a possibili sanzioni da parte della Consob e, pertanto, il rapporto fiduciario con il datore di lavoro è irrimediabilmente compromesso.

all’assunzione, i requisiti per la richiesta:
L’INPS, nella 12 dicembre 2012, n. 137, ricorda che i commi 12, 13, 14 e 15 dell’articolo 4, Legge n. 90/2012 (c.d. ) hanno introdotto una disciplina omogenea delle condizioni di spettanza degli incentivi all’assunzione. In particolare l’Istituto fornisce chiarimenti in merito ai requisiti richiesti per la concessione dei benefici contributivi nel caso di assunzione di: – lavoratori disoccupati o in CIGS da almeno 24 mesi (art. 8, c. 9, Legge n. 407/1990); – lavoratori iscritti nelle liste di mobilità (artt. 8, commi 2 e 4, e 25, comma 9, Legge n. 223/1991 – art. 4, c. 1, DL n. 148/1993, convertito in Legge n. 236/1993).

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia una commento

Lasciaci il tuo parere!

Rispondi

wpDiscuz