News Lavoro del 08 Gennaio 2013

Credito d’imposta PMI per ricerca e sviluppo:
Legge di stabilità 2013 Con Legge 24.12.2012, n. 228, c.d. “Legge di stabilità 2013”, i commi da 95 a 97 prevedono, a partire dal 2013, l’istituzione di un fondo per il riconoscimento di un credito d’imposta per la ricerca e sviluppo, facendo particolare riferimento alle piccole e medie imprese, e per la riduzione del cuneo fiscale.
In particolare, il credito d’imposta spetta alle imprese e reti d’imprese che:
– affidano le predette attività a Università, Enti pubblici di ricerca o organismi di ricerca;
– realizzano direttamente investimenti in ricerca e sviluppo;
I criteri e le modalità di concessione del credito, nonché l’individuazione e la quantificazione dei trasferimenti e dei contributi, saranno individuati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministero dello .

INPS: ulteriori chiarimenti sulla
Con la prima dell’anno, datata 7 gennaio 2013, l’INPS continua a fornire chiarimenti in merito alle novità previste dalla Legge n 92 del 28 giugno 2012, relativa a “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita”.
In particolare con la Circolare in esame l’Istituto fornisce indicazioni in relazione a:
– estensione del trattamento straordinario di integrazione salariale;
di mancato avviamento al lavoro per i lavoratori del settore portuale;
– integrazione salariale straordinario nelle ipotesi di aziende interessate da procedure concorsuali;
– abrogazione della normativa sul rilascio della dichiarazione di immediata disponibilità (did);
– decadenza dal trattamento di integrazione;

Indennità di mobilità ordinaria e trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia dopo la Riforma Fornero
In materia di mercato del lavoro e di ammortizzatori sociali, la Legge n. 92/2012 ha introdotto le indennità di disoccupazione () e della mini , i cui caratteri sono delineati nella Circolare INPS n. 42/2012.
In particolare, la Riforma del mercato del lavoro ha previsto, a partire dal 1° gennaio 2017, l’abrogazione dei seguenti trattamenti: indennità di mobilità ordinaria, trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia di cui al DL n. 299/1994 e alla Legge n. 427/1975. L’Istituto previdenziale, con la Circolare n. 2 del 7 gennaio 2013, riepiloga le novità normative riguardanti le suddette prestazioni e fornisce le indicazioni operative per il periodo di transizione 1° gennaio 2013 – 31 dicembre 2016.

Fonte: Seac News

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *