News Lavoro del 07 Gennaio 2013

Redditometro – pubblicato il Decreto:
È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4 gennaio 2013, n. 3, il Decreto 24 dicembre 2012 con il quale il Ministro dell’Economia ha definito le modalità attuative del redditometro (si veda Seac-Info del 4/01/2013). In particolare l’art. 4, D.M. 1 gennaio 2013, stabilisce i seguenti elementi costitutivi del reddito complessivo accertabile sinteticamente:
– ammontare delle spese, anche diverse da quelle di tabella A, sostenute dal contribuente desumibili da dati presenti in anagrafe tributaria;
– quota parte della spesa media ISTAT riferita al nucleo familiare di appartenenza;
– ammontare di ulteriori spese riferite ai beni e servizi di tabella desunta da analisi e studi socio economici;
– quota di risparmi formatasi nel corso dell’anno, depurati dai disinvestimenti dell’anno stesso e da quelli effettuati nei quattro anni precedenti;

Nuove regole per la fatturazione delle operazioni intracomunitarie – Legge di stabilità 2013:
Con la Legge 24.12.2012, n. 228, c.d. “Legge di stabilità 2013”, vengono apportate modifiche al D.L. n. 331/93 in relazione alle operazioni intracomunitarie. In particolare, le modifiche riguardano:
– il momento di effettuazione delle operazioni:
  – una cessione o un acquisto intraUE si considera effettuata all’atto dell’inizio del trasporto o spedizione dei beni;
  – tra i casi che anticipano il momento di effettuazione rileva la data di emissione della fattura;
  – per le cessioni o gli acquisti effettuati in modo continuato nell’arco di un periodo superiore ad un mese, il momento di effettuazione è fissato al termine di ciascun mese;
– la fatturazione e la registrazione:
  – per gli acquisti intraUE è confermata la modalità di integrazione della fattura emessa dal fornitore UE. Relativamente alle prestazioni di servizi effettuati da soggetti UE, l’integrazione della fattura estera non è più limitata ai servizi generici ex art. 7-ter D.P.R. n. 633/72;
  – in caso di mancato ricevimento della fattura estera entro il secondo mese successivo a quello di effettuazione, l’acquirente è tenuto ad emettere autofattura entro il 15 del mese successivo, con conseguente annotazione nel registro delle fatture emesse entro il termine di emissione;
  – la fattura di una cessione intraUE va emessa entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione e va annotata nel registro delle fatture emesse entro il termine di emissione;

Legittima la tassa di concessione governativa sugli abbonamenti dei cellulari – :
Con Sentenza 14 dicembre 2012, n. 23052, la Corte di Cassazione ha definitivamente chiarito che è legittima la tassa di concessione governativa sugli abbonamenti dei telefoni cellulari. La Suprema Corte ha infatti confermato che non è dovuto il rimborso del tributo in quanto l’attività di fornitura di servizi di elettronica è soggetta, ai sensi della normativa vigente, ad una autorizzazione da parte della pubblica amministrazione. In particolare, il contratto di abbonamento con il gestore del servizio radiomobile si sostituisce alla licenza di stazione radio.

AMVA – proroga della richiesta di contributi relativi all’:
Sul sito www.italialavoro.it viene resa nota la proroga:
– al 31 marzo 2013, per le “Competitività”, e;
– al 31 dicembre 2013, per le regioni “Convergenza”;
– della domanda di contributi finalizzati all’inserimento occupazionale con contratto di apprendistato.
Si ricorda che, fino a concorrenza delle risorse disponibili, verrà riconosciuto alle imprese:
– un di euro 5.500,00 per ogni soggetto assunto con contratto di apprendistato per la qualifica professionale a tempo pieno;
– un contributo di euro 4.700,00 per ogni soggetto assunto con contratto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere a tempo pieno;

Niente licenziamento per il ritardato invio del certificato medico di malattia:
In materia di licenziamento, la Corte di Cassazione ha statuito l’illegittimità del recesso del datore di lavoro nei confronti di un dipendente malato, che ha non ha provveduto ad inviare la documentazione in tempo utile, determinando un vuoto di cinque giorni nella certificazione medica presentata a copertura di un periodo di assenza di tre mesi. Nello specifico la Suprema Corte, con la Sentenza n. 106/2013, ha precisato che i suddetti cinque giorni non possono essere considerati un’assenza ingiustificata dal lavoro tale da comportare la massima sanzione del licenziamento, in quanto il datore di lavoro era informato della malattia ed aveva ricevuto i relativi certificati medici senza avanzare alcuna contestazione.

Fondo Volo – aggiuntivo dello 0,30% per iscritti post ’95:
Con il Messaggio n. 21166 del 21 dicembre 2012, l’INPS interviene in merito alla contribuzione dovuta dai lavoratori dipendenti iscritti alla gestione ex Fondo Volo ma solo successivamente alla data del 31 dicembre 1995. Come si ricorderà, fino ad oggi l’aumento di contribuzione a carico lavoratore dello 0,30% previsto per la generalità dei dipendenti a decorrere dal 1° gennaio 2007, aveva escluso la categoria degli iscritti all’ex Fondo Volo a decorrere dal 1996. Con il messaggio in esame l’INPS precisa che le aziende dovranno trattenere ai propri dipendenti interessati la contribuzione pari allo 0,30% dell’imponibile previdenziale dal gennaio 2008 al 31 dicembre 2012 a titolo di arretrati, versando il tutto entro il 16 marzo 2013 e contestualmente, inizieranno a versare ordinariamente dal 2013 tale 0,30% mese per mese.

Fonte: Seac News

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *