News del 21 Gennaio: IMU e Coltivatori Diretti, Detrazioni per Impianti Fotovoltaici, Sequestro Preventivo in caso di movimenti bancari sospetti, Lavoro Accessorio e Contratti di Solidarietà.

Dichiarazione per IAP e coltivatori diretti: Risoluzione DF

Con Risoluzione 18 gennaio 2013, n. 2/DF, il Dipartimento Finanze ha chiarito che i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola (IAP) devono presentare la dichiarazione IMU solo nel caso in cui siano intervenute variazioni rispetto a quanto risulta dalle dichiarazioni ICI già presentate.

  Ai fini dell’obbligo di presentazione non è rilevante il fatto che il moltiplicatore per calcolare l’IMU dovuta sia cambiato rispetto a quello applicato per l’ICI.

 

Detrazione 50% per impianti fotovoltaici che producono energia elettrica: Parere Agenzia Entrate

Con Parere protocollato n. 137364/2012, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che può godere della detrazione fiscale del 36% (50% fino al 30 giugno 2013) l’installazione di impianti fotovoltaici volti alla produzione di energia elettrica.

Il fotovoltaico non può, invece, beneficiare della detrazione per la riqualificazione energetica del 55% in quanto la legge istitutiva incentiva l’installazione di pannelli solari solo per “la produzione di acqua calda”.

 

: sequestro preventivo in sede cautelare in caso di movimenti bancari sospetti

Con Sentenza n. 1261/2013, la Corte di Cassazione sancisce che le operazioni sospette sul conto corrente non solo legittimano l’accertamento fiscale, ma anche il sequestro preventivo finalizzato alla confisca nell’ambito dell’inchiesta per evasione fiscale.

In particolare, se il soggetto sottoposto a verifica non offre la prova contraria rispetto alla contestazione, si forma la prova della infrazione della normativa tributaria.

 

Le nuove indicazioni ministeriali sul lavoro accessorio

Il Ministero del Lavoro, con la n. 4 del 18 gennaio 2013, fornisce nuove indicazioni operative sul lavoro occasionale accessorio, regolato dagli artt. 70 e seguenti del D.Lgs n. 276/2003, alla luce delle modifiche introdotte dalla Riforma del lavoro (Legge n. 92/2012).

In particolare, il Welfare fornisce chiarimenti in merito a:

  • campo di applicazione della fattispecie;
  • ricorso a prestazioni di lavoro accessorio nell’ambito di appalti;
  • possibilità di ottenere il ;
  • caratteristiche del buono lavoro;
  • disciplina sanzionatoria;
  • regime transitorio.

Contratti di solidarietà: all’80% anche per il 2013

Come noto, l’articolo 1, comma 256 della Legge di stabilità 2013 (Legge n. 228/2012) ha prorogato anche per l’anno 2013 l’aumento del 20% dell’indennità prevista in caso di contratti di solidarietà difensivi.

Ora, con il Messaggio n. 1114 del 18 gennaio 2013, l’INPS recepisce quanto stabilito dalla Legge di stabilità 2013, portando complessivamente l’indennità prevista per i contratti di solidarietà difensivi all’80% della retribuzione delle ore di lavoro perse.

Fonte: Seac News

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *