I nuovi Voucher per lavoro occasionale: il testo approvato in Commissione Bilancio

nuovi voucherNuovi : nella seduta del 27 maggio 2017, la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha approvato un emendamento alla legge di bilancio, con l’intento di riscrivere totalmente la normativa in materia di Voucher per il Lavoro Occasionale.

In particolare, vengono previste due fattispecie distinte, a seconda della tipologia dell’utilizzatore della prestazione: il mondo delle Famiglie ed il mondo delle Imprese (Professionisti compresi).

Per quanto riguarda le Famiglie, viene prevista la nascita del “Libretto Famiglia“, ovvero un libretto telematico e nominativo, da acquistare utilizzando le procedure online dell’INPS, con il quale retribuire piccoli lavori domestici, giardinaggio, pulizia della casa, assistenza ad anziani e bambini, ripetizioni scolastiche, ecc.

All’interno del Libretto Famiglia sono presenti una serie di “titoli di pagamento”, del valore nominale di 10 € e corrispondenti ad un importo netto di 8 €, con il quale retribuire una singola ora di prestazione.

Limite di utilizzo: 2.500 € annui per ogni lavoratore utilizzato.

Per quanto riguarda il mondo delle Imprese, nasce il “contratto di prestazione occasionale” in formato semplificato, con il quale sarà possibile fruire di prestazioni occasionali.

Potranno accedere all’utilizzo di queste prestazioni esclusivamente le Aziende con organico inferiore a 5 lavoratori subordinati a tempo indeterminato, mentre ne viene previsto il divieto di utilizzazione per le Aziende del settore Edilizio, Minerario e le imprese oggetto di contratti di Appalto di opere e servizi.

Come di consueto, particolari vincoli sono previsti per il settore Agricolo (solo per Studenti o persone Disoccupate).

Limite di utilizzo: sia l’Impresa che il Lavoratore non potranno superare il valore di 5.000 € annui, mentre tra lo stesso prestatore e la medesima impresa non si potrà superare la soglia di 2.500 € annui.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *