Gestione Separata INPS: aumento contribuzione dal 1° Luglio 2017

Gestione Separata INPS: con Circolare n. 115 del 19 luglio 2017 l’INPS rende nota la stabilizzazione e l’estensione dell’ di disoccupazione per i lavoratori con rapporto di coordinata continuativa “DIS-COLL”, di cui all’art. 7 della Legge n. 81 del 22 maggio 2017, che integra e modifica l’art. 15 del D. Lgs. n. 22 del 4 marzo 2015.
Nell’ambito della stessa , è stato di fatto evidenziato il conseguente incremento con decorrenza dal 1° luglio 2017 dello 0,51% dell’aliquota contributiva alla Gestione Separata per i soli soggetti non iscritti ad altre forme pensionistiche.

Pertanto, a partire dal 1° luglio 2017, le aliquote contributive previste per collaboratori, associati in partecipazione e autonomi occasionali risultano come di seguito:

    • per coloro che non sono soggetti ad altre forme pensionistiche: l’aliquota riferita a tali soggetti è portata dal 32,72% al 33,23%, con un conseguente aumento dell’aliquota sia a carico del Lavoratore che dell’Azienda;
    • per coloro che sono soggetti ad altre forme pensionistiche: l’aliquota rimane invece al 24%.

 

Dal punto di vista della ripartizione dell’aliquota, essa rimane quella precedentemente prevista e quindi 1/3 a carico del collaboratore e 2/3 a carico mentre, se trattasi di Associazione in Partecipazione, le percentuali sono rispettivamente del 45% a carico dell’Associato e del 55% a carico dell’Associante.
Per quest’ultima tipologia di contratti, si ricorda che l’art. 53 del D. Lgs. n. 81/2015 (c.d. Jobs Act) ha abrogato i contratti di partecipazione con apporto di solo lavoro che pertanto, dal 25 giugno 2015, non sono più stipulabili ma, in via transitoria, hanno mantenuto la validità fino alla loro scadenza o fino a scioglimento del rapporto stesso laddove a tempo indeterminato.

 

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *