Garanzia Giovani: nuove risorse per il finanziamento

garanzia giovaniGaranzia Giovani: In tre anni oltre 512 mila giovani hanno partecipato alle misure finanziate; di questi, il 60% ha avuto un’esperienza di lavoro

A tre anni dal lancio, e sulla scorta dei buoni risultati che l’Unione Europea ha riconosciuto al programma mirato a migliorare l’occupabilità dei NEET, Garanzia Giovani viene rilanciata con nuove risorse ed un aggiustamento della strategia complessiva.

 

L’annuncio è stato dato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali nel corso di un incontro con i rappresentanti delle e delle organizzazioni sindacali.

Le nuove risorse, che ammontano a 1,3 miliardi di euro, consentiranno di portare il programma fino alla scadenza del ciclo di programmazione dei fondi europei (anno 2020), consolidando l’esperienza accumulata e correggendo le problematiche emerse dal monitoraggio attento e continuo.

Da segnalare il positivo risultato finora conseguito in termini di gestione e di spesa delle risorse.
Considerando che le risorse della programmazione in corso possono essere spese fino alla fine del 2018, al 31 marzo 2017 risultano infatti impegnate ben l’87,2% delle risorse programmate; ammontano al 56,2% le risorse spese per misure già concluse.

Per quanto riguarda la partecipazione al programma, al 13 luglio 2017 sono quasi 1 milione e 200 mila i giovani che hanno partecipato, registrandosi sul portale nazionale e su quelli regionali; i presi in carico sono oltre 963mila.
Sono, infine, più di 512 mila i giovani cui è stata proposta almeno una delle misure finanziate; di questi, il 60% ha avuto un’esperienza di lavoro.
Inoltre, con riferimento alla misura dei tirocini, è utile ricordare che dei 306.507 giovani che hanno concluso un , il 60% ha avuto un rapporto di lavoro successivo; di questi, il 49% con lo stesso datore di lavoro.

Un altro dato positivo è quello che riguarda l’andamento dell’incentivo occupazione giovani, che dall’1 gennaio 2017 mette a disposizione 200 milioni di risorse da destinare a sgravi contributivi per le di giovani iscritti al programma fino al 31 dicembre di quest’anno.
Al 28 giugno le domande presentate sono state 49.369 di cui 30.687 risultano già accolte.
Di queste ultime, il 50,35% sono per contratti di professionalizzante, il 31,06% per il e il 18,59% per contratti a tempo indeterminato.

Garanzia Giovani ha anche rappresentato, in questi tre anni, un esempio di istituzionale tra Stato e Regioni che costituisce una base fondamentale per il rafforzamento del sistema di politiche attive in Italia.

Per informazioni più complete e dettagliate sul rifinanziamento di Garanzia Giovani, sull’attuazione del programma e sui risultati dell’incentivo occupazione leggi i file sottoelencati:

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *