Disabili: prorogata l’autocertificazione per lavorazioni pericolose

autocertificazione per lavorazioni pericoloseCon la Nota Direttoriale n. 3879 del 01/07/2016, il Ministero del Lavoro rende noto che il termine ultimo entro cui inviare l’autocertificazione per lavorazioni pericolose, originariamente previsto in scadenza il 1° luglio 2016, viene prorogato al 31 luglio 2016.

I requisiti per la presentazione dell’autocertificazione per richiedere l’esonero dall’obbligo per gli addetti impegnati in lavorazioni pericolose sono:
– la presenza di addetti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio INAIL pari o superiore al 60 per mille;
e
– il versamento di un esonerativo per ogni singolo lavoratore con disabilità non occupato presso un apposito Fondo per il Diritto al Lavoro dei .

Il testo della Nota direttoriale n. 3879 del 01/07/2016:

Con riferimento alle importanti novità introdotte dal D. Lgs. 14 settembre 2015, n. 151, art. 5 comma 1 lett. b) in materia di esonero autocertificato dagli obblighi di assunzione di cui alla Legge 68/1999 per i datori di lavoro che occupano addetti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio ai fini INAIL pari o superiore al 60 per mille, e in considerazione delle segnalazioni ricevute dalle aziende che hanno già utilizzato la procedura telematica per la trasmissione delle autocertificazioni, si ritiene di dover intervenire su alcune logiche di verifica e calcolo applicate dalla suddetta procedura telematica.

Al fine di poter apportare al sistema gli aggiornamenti sopra enunciati si rende necessario una proroga al 31 luglio 2016 del termine di cui all’articolo 5 del decreto interministeriale 10 marzo 2016, pubblicato il 2 maggio 2016, fissato in sede di prima applicazione in 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *