Disabili: operativo il versamento del contributo esonerativo per lavorazioni pericolose

versamento del contributo esonerativo per lavorazioni pericoloseCon nota n. 5113 del 26/07/2016, la Direzione Generale per l’inclusione e le Politiche Sociali del Ministero del Lavoro ha reso operativo il versamento del esonerativo per lavorazioni pericolose riferito al collocamento obbligatorio ().

I requisiti richiesti dall’art. 5, co. 3bis, della Legge n. 68/1999 prevedono che l’Azienda occupi personale addetto a lavorazioni per le quali viene previsto il pagamento di un premio INAIL pari o superiore al 60 per mille.
Inoltre, per poter beneficiare dell’esonero relativo alla quota di riserva, l’Azienda deve presentare entro il 31 luglio 2016 un’apposita Autocertificazione in modalità telematica attraverso il sito www.lavoro.gov.it
A conclusione dell’iter, l’Azienda dovrà versare il contributo esonerativo, pari ad € 30,64 per ogni giorno lavorativo per ciascun lavoratore disabile non collocato, in un apposito Fondo.

Con la nota in commento, la Direzione Generale rende operativo il versamento del contributo esonerativo, il quale dovrà essere versato tramite bonifico bancario ordinario, utilizzando il codice IBAN: IT 04 A 01000 03245348027257315 intestato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Nella causale del bonifico dovranno essere indicati il codice fiscale e la denominazione del datore di lavoro.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *