CCNL Scuole Materne FISM: ipotesi di accordo 2016-2018

ccnl scuole materne fismIn data 14/06/2016 è stata firmata, tra la FISM – Federazione Italiana Scuole Materne e la CISL-SCUOLA, la FLC-CGIL, la UIL-SCUOLA e lo SNALS-CONFSAL, l’Ipotesi di Rinnovo del CCNL Scuole Materne FISM.
L’Ipotesi di rinnovo ha validità triennale, con decorrenza dal 01/01/2016 al 31/12/2018, e sarà sottoposta a consultazione dei lavoratori nel corso del mese di Settembre 2016 per la definitiva approvazione.

Le principali novità prevedono:
– AUMENTO RETRIBUTIVO:
In materia di retribuzione, viene previsto un aumento a regime sul VI livello, pari ad € 60,00 da ripartire come segue:

Livelli Dal 1/4/2016 Dal 1/1/2017 Dal 1/1/2018 Dal 1/9/2018 Tot. incremento
1 13,08 13,08 13,08 13,08 52,32
2 13,59 13,59 13,59 13,59 54,36
3 13,61 13,61 13,61 13,61 54,44
4 14,05 14,05 14,05 14,05 56,20
5 14,81 14,81 14,81 14,81 59,24
6 15,00 15,00 15,00 15,00 60,00
7 16,48 16,48 16,48 16,48 65,92
8 16,85 16,85 16,85 16,85 67,40

Alla luce di queste tranche di aumenti retributivi, i valori della retribuzione tabellare saranno pertanto i seguenti:

Livelli Base 31/12/2015 Dal 1/4/2016 Dal 1/1/2017 Dal 1/1/2018 Dal 1/9/2018
1 1.259,74 1.272,82 1.285,90 1.298,98 1.312,06
2 1.309,10 1.322,69 1.336,29 1.349,88 1.363,46
3 1.311,00 1.324,61 1.338,23 1.351,84 1.365,44
4 1.352,92 1.366,97 1.381,02 1.395,07 1.409,12
5 1.426,62 1.441,43 1.456,25 1.471,06 1.485,86
6 1.444,55 1.459,55 1.474,55 1.489,55 1.504,55
7 1.587,07 1.603,55 1.620,03 1.636,51 1.652,99
8 1.622,98 1.639,83 1.656,69 1.673,54 1.690,38

:
E’ prevista l’erogazione, con le competenze del mese di Settembre 2016, di un importo di una tantum per i seguenti importi:

Livello Da erogare a settembre 2016
I – II – IV 100,00
V – VI – VII – VIII 120,00

Tale elemento retributivo verrà corrisposto esclusivamente al personale in forza al momento della sottoscrizione del Rinnovo contrattuale, con riproporzionamento del valore per gli assunti dal 01/01/2013 al 31/12/2015.

– SALARIO DI ANZIANITA’:
Viene introdotto un nuovo elemento retributivo, denominato “Salario di Anzianità”.
Tale elemento verrà erogato al personale di tutti i livelli, che alla data del 31/12/2018 abbia maturato almeno due anni di servizio presso lo stesso Ente.
L’importo di questo nuovo elemento viene determinato in € 27,00 e sarà corrisposto per tredici mensilità a decorrere dal 31/12/2018.

– SCATTI DI ANZIANITA’:
A far data dal 31/12/2015 cessa definitivamente l’istituto degli Scatti di Anzianità, pertanto il personale che avesse eventualmente conseguito tale elemento, conserverà il relativo trattamento economico, ma sottoforma di elemento fisso della retribuzione, senza alcun ulteriore aggiornamento.
In sostanza dal 31/12/2015 non verranno maturati ulteriori scatti di anzianità.

LEGGI L'IPOTESI DI RINNOVO

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *