CCNL Dirigenti Commercio: firmata ipotesi di accordo per il rinnovo

ccnl dirigenti commercioE’ stata firmata il giorno 21/07/2016, tra Confcommercio-lmprese per l’Italia e Manageritalia, l’ipotesi di accordo per il Commercio del 31 luglio 2013 e successive modificazioni, applicato ai Dirigenti di Aziende commerciali, della distribuzione e dei servizi. L’accordo decorre dal 01/01/2015 e ha scadenza il 31/12/2018.

Di seguito si illustrano in sintesi le novità introdotte:

Aumento retributivo e minimo contrattuale

E’ stato previsto un aumento retributivo a regime pari ad € 350,00 mensili lordi, per il biennio dal 2017 al 2018.
Per l’anno 2016, le Parti hanno concordato di non prevedere alcun aumento retributivo, data la situazione economica della Aziende interessate.

I predetti aumenti retributivi verranno corrisposti alle seguenti scadenze:

  • € 80,00 con decorrenza 1° gennaio 2017;
  • € 100,00 con decorrenza 1° gennaio 2018;
  • € 170,00 con decorrenza 1° dicembre 2018.

Previdenza Complementare – F.do Mario Negri

In riferimento al fondo di previdenza complementare previsto dal CCNL, ovvero il Fondo Mario Negri, viene previsto un adeguamento delle aliquote contributive come segue:

aliquote fondo mario negri

A seguito della variazione delle aliquote contributive con decorrenza 2015, le Parti convengono nello stabilire il versamento delle somme a conguaglio, entro il 10 ottobre 2016.

contributive in base all’età e alla tipologia contrattuale

Viene parzialmente rivisitata la disciplina in materia di agevolazioni contributive relative all’assunzione e nomina dei dirigenti sulla base dell’età di nomina, dei dirigenti privi di occupazione e dei dirigenti assunti con contratto a termine.

Pertanto, dalla data di sottoscrizione dell’accordo, la riduzione contributiva relativa al Fondo Mario Negri ed all’Associazione Mario Pastore, potranno essere applicate in riferimento ai Dirigenti assunti o nominati:

  • fino a 40 anni di età, per un periodo massimo di 4 anni;
  • da 41 a 45 anni di età, per un periodo massimo di 3 anni;
  • da 46 e fino ai 48 anni di età, per un periodo massimo di 2 anni;
  • dirigenti disoccupati di età non inferiore ai 55 anni, per un periodo massimo di 1 anno.

Malattia

La disciplina relativa agli eventi di malattia viene parzialmente rivista, con l’inserimento di maggiori tutele per gli eventi di particolare gravità e contestualmente viene diminuito il periodo di , che passa dai precedenti 12 mesi a 8 mesi per anno solare.

Welfare Aziendale

Con la sigla dell’accordo, viene inserito un articolo denominato “Produttività e Benessere“, al fine di promuovere azioni volte a favore le buone pratiche di welfare aziendale.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *