CCNL Dirigenti Autotrasporto: siglato accordo di rinnovo

ccnl dirigenti autotrasportoIl 10 novembre 2016 è stato siglato, tra CONFETRA e MANAGERITALIA, l’accordo sul Autotrasporto, applicato ai dirigenti delle aziende di autotrasporto e spedizione merci, servizi logistici e trasporto combinato.
L’accordo ha decorrenza dal 01/01/2015 e scadenza il 31/12/2018.
Illustriamo di seguito le modifiche apportate al CCNL:

Trattamento economico
L’accordo prevede l’adeguamento, a decorrere dal 1° gennaio 2017 del valore relativo all’importo minimo della retribuzione mensile di fatto del dirigente, comunque composta (minimo base, superminimi individuali, ecc.), che viene elevato ad euro 3.800,00 lordi.
Inoltre, per i dirigenti in forza alla data di stipula dell’accordo, è stabilita l’erogazione di un importo complessivamente pari a 3.500,00 euro lordi, con inizio erogazione nel mese di Marzo 2017.
I suddetti importi non sono assorbibili da alcuna voce retributiva e, in quanto erogati per effetto di un contratto collettivo sottoscritto successivamente al periodo di riferimento sono assoggettati a tassazione separata. Infine, gli importi non sono utili ai fini del Tfr, né di alcun istituto contrattuale, ad eccezione dell’eventuale preavviso o sostitutiva dello stesso.

Previdenza complementare – Fondo Mario Negri
Il ordinario è pari all’11,88% a decorrere dall’1/1/2016, al 12,11% a decorrere dall’1/1/2017 e al 12,35% a decorrere dall’1/1/2018.
Il contributo integrativo è pari all’1,99% a decorrere dall’1/1/2015, al 2,03% a decorrere dall’1/1/2016, al 2,07% a decorrere dall’1/1/2017 e al 2,11% a decorrere dall’1/1/2018.
Il contributo ordinario a carico del datore di lavoro per i dirigenti assunti o nominati, a far data dalla sottoscrizione del presente accordo, entro il compimento del 48° anno di età, nonché per i dirigenti disoccupati di età non inferiore a 55 anni compiuti, a decorrere dall’anno 2016 è pari al 3,97%, a decorrere dall’anno 2017 è pari al 4,05%, a decorrere dall’anno 2018 è pari al 4,13%.

Assistenza sanitaria integrativa – Fasdac
A decorrere dall’1/1/2016 il contributo è fissato nella misura del 2,51% in ragione d’anno, elevato al 2,56% in ragione d’anno a decorrere dall’1/1/2018.
La contribuzione annua a carico dei dirigenti pensionati è fissata in euro 2.032,00 euro a decorrere dall’1/1/2016 ed in euro 2.054,00 euro a decorrere dall’1/1/2018.

contributive in base all’età e alla tipologia di contratto
Le agevolazioni contributive relative all’assunzione e nomina di dirigenti sulla base dell’età di nomina, di dirigenti privi di occupazione (art. 29 commi dall’1 al 3) e di dirigenti con contratto a (art. 31), sono state mantenute dall’accordo di rinnovo, ma con alcune modifiche ai requisiti anagrafici e alla loro durata, che si applicheranno a decorrere dalle /nomine a decorrere dalla data di sottoscrizione dell’accordo di rinnovo.
Pertanto, la contribuzione ridotta a favore del Fondo Mario Negri e dell’Associazione Antonio Pastore, potrà essere applicata ai dirigenti assunti o nominati:
– fino a 40 anni di età per un periodo massimo di 4 anni;
– da 41 a 45 anni, per un periodo massimo di 3 anni;
– da 46 e fino al compimento dei 48 anni, per un periodo massimo di 2 anni;
– disoccupati di età non inferiore a 55 anni compiuti, per un periodo massimo di un anno.
Per quanto riguarda i temporary manager, l’agevolazione può essere usufruita indipendentemente dall’età anagrafica del dirigente, per un periodo corrispondente al 50% della durata del contratto a termine, e per un periodo massimo di due anni. L’agevolazione non si applica ai contratti di durata inferiore ad un anno.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *