CCNL Autonoleggio: firmata l’ipotesi di rinnovo

aniasaE’ stata siglata in data 26/07/2016, tra ANIASA e FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, l’ipotesi di accordo per il Autonoleggio, applicato ai dipendenti delle imprese esercenti attività di autorimesse, noleggio e soccorso stradale.

Di seguito si illustrano brevemente le novità introdotte:

Contratto a termine

Viene confermato il limite massimo di durata del contratto a termine, che non potrà eccedere i 36 mesi complessivi.
Viene inoltre prevista la possibilità di stipulare un ulteriore contratto a termine della durata massima di 12 mesi, secondo quanto previsto dalla normativa attualmente in vigore, presso la Direzione Territoriale del Lavoro competente.
In riferimento al c.d. stop & go, ovvero il periodo che deve necessariamente intercorrere tra un contratto a termine ed il successivo, viene prevista la sua riduzione a 10 giorni, nel caso di contratti a termine di durata inferiore ai 6 mesi, e 20 giorni, nel caso di contratti a termine di durata superiore a 6 mesi.
Viene chiarito infine che la disciplina in relazione allo stop & go, non si applica ai lavoratori assunti con contratto a termine per attività stagionali.

Contratto a

Le richieste di trasformazione dei contratti a tempo pieno in contratti a tempo parziale, con inserimento della clausola di reversibilità, dovranno essere accolte dall’Azienda nel limite del 5% del personale assunto a tempo pieno ed indeterminato.
Viene prevista la possibilità del lavoratore di sostituire il congedo parentale con la richiesta di trasformazione dell’, per una sola volta nella vita lavorativa, a tempo parziale con riduzione dell’orario non superiore al 50%.

Limiti di utilizzo (, somministrazione, e stage)

Viene stabilito che la sommatoria del personale assunto con contratto di lavoro a tempo determinato, in somministrazione a tempo determinato, in apprendistato ed in stage non potrà eccedere la quota del 30% del personale assunto a tempo indeterminato presso l’Azienda.
Confermata inoltre l’esenzione da tale computo dei lavoratori assunti in sostituzione di lavoratori assenti con diritto alla conservazione del posto e dei lavoratori assunti per attività stagionali.

Stage o Formativo

Viene introdotto un limite, pari al 6% della totalità dei lavoratori assunti a tempo indeterminato, per il ricorso al contratto di Stage o Tirocinio Formativo.
E’ stato previsto l’obbligo di erogare un importo a titolo di rimborso spese, non inferiore a € 650 mensili lordi.

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *