CCNL Agenzie Immobiliari: chiarimenti su Apprendistato e Parere di Conformità

ccnl agenzie immobiliariFirmato, il 03/05/2016, tra FIAIP e FISASCAT-CISL, UILTUCS l’accordo che modifica e integra le procedure per la richiesta dei pareri di conformità in materia di professionalizzante per i dipendenti da Agenti Immobiliari professionali, Mandatari a titolo oneroso e Mediatori creditizi.

IL CONTENUTO DELL’ACCORDO:

Con il presente accordo le parti hanno modificato ed integrato il regolamento dell’Ente bilaterale Nazionale degli agenti immobiliari in materia di rilascio del parere di conformità per l’instaurazione di rapporti di apprendistato professionalizzante.
Nello specifico, hanno convenuto che dal 03/05/2016:

a) le aziende che fanno richiesta del parere e non hanno alcun dipendente in carico devono versare di € 120,00 e una marca da bollo di € 2,00 per quietanza;

b) le aziende che hanno in carico altro/i dipendente/i a cui si applica il contratto agenti immobiliari, e che sono iscritte all’EBNAIP e sono in regola con i versamenti QSC da almeno sei mesi, devono corrispondere un contributo di € 20,00 e marca da bollo di € 2,00 per quietanza. Nel caso in cui i versamenti siano inferiori ai sei mesi il parere di conformità sarà rilasciato alle condizioni di cui al primo punto;

c) le aziende che hanno in carico altro/i dipendente/i a cui non si applica il contratto agenti immobiliari e che non vogliono regolarizzare la posizione dei dipendenti in forza non verrà rilasciato alcun parere;

d) le aziende che regolarizzano il versamento della QSC del/dei dipendenti per i 12 mesi precedenti alla richiesta, devono versare un contributo di € 20,00 e una marca da bollo di € 2,00 per quietanza per il singolo apprendista.

I pareri di conformità saranno rilasciati entro 15 giorni dalla presentazione di ogni documento a corredo della pratica, ivi compresa attestazione del versamento degli importi dovuti.
In nessuno caso, per il rilascio del parere di conformità, può essere applicato il principio del silenzio assenso.

Relativamente all’assistenza integrativa, viene invece previsto che per l’agente immobiliare titolare di impresa, che non ha dipendenti in carico e che intende iscriversi deve versare un contributo di € 30 euro al mese. Nel caso in cui lo stesso assuma successivamente un dipendente cesserà il versamento di 30 euro mensili e attuerà il versamento di € 12,00 mensili per mantenere l’assistenza integrativa a proprio favore, a condizione che venga corrisposta regolarmente la QSC per il dipendente.
Se l’agente immobiliare titolare di impresa assumerà come primo dipendente un apprendista rientrerà comunque nella casistica indicata al punto a).
Se il datore di lavoro dovesse ritornare in assenza di dipendenti, se vorrà continuare a godere dell’assistenza integrativa, riprenderà a versare € 30,00 mensili.

Fonte: TeleConsul

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *