Cassazione: Dirigente esente da responsabilità per infortunio se fornisce tutte le dotazioni

La Corte di , con la Sentenza n. 17938 pubblicata il 24 luglio 2013, ha ribadito l’estraneità del dirigente da per l’infortunio occorso al caposquadra, quando questi era stato selezionato anche per vigilare sulla sicurezza degli operai nei cantieri, era adeguatamente formato e competente  e gli erano state fornite tutte le dotazioni anti-infortunistiche del caso.

La Suprema Corte, trovandosi a giudicare nuovamente il caso in questione, che già aveva rinviato alla corte d’appello negando il al caposquadra, conferma la sua posizione: il datore di lavoro che ha dato prova di aver messo in atto tutte le misure volte a evitare il rischio d’infortunio e che ha assegnato al lavoratore mansioni coerenti con la qualifica e l’esperienza del caposquadra non può essere ritenuto responsabile dell’infortunio occorso allo stesso, che pertanto non ha diritto ad alcun .

 

Fonte: Seac

Autore dell'articolo: Dott. Paolo Casini

Si è laureato nel 2010 in Consulenza del Lavoro, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, con una tesi sulla pianificazione nella successione d’impresa.

Dal 2015 è abilitato all’esercizio della Professione di Consulente del Lavoro, collaborando con importanti Studi di Consulenza del Lavoro di Padova.

Nel 2016 ha conseguito un Master in Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e, sempre dallo stesso anno, collabora in qualità di autore con il portale FISCOeTASSE, per il quale realizza articoli di approfondimento legati a tematiche Giuslavoristiche.

Dal 2017 è inoltre titolare dello Studio Felsineo, Studio di Consulenza del Lavoro di Bologna.  

Si occupa principalmente di consulenza in materia di Diritto del Lavoro, Amministrazione del Personale, aziende del settore Edile e di Scuole Private.

Lascia una commento

Lasciaci il tuo parere!

Rispondi

wpDiscuz